Dal Ministero al via la targa personalizzata

Alzi la mano chi non ha mai sorriso davanti a quelle targhe americane con i nomi strani, o desiderato averne una personalizzata come si può in USA.

In Italia, potrebbe essere possibile, e non parliamo tra chissà quanti anni. Proprio in queste settimane, infatti, il Ministero delle infrastrutture e trasporti sta valutando l’introduzione della targa “personalizzata” per le auto.

E’ chiaro che non sarà una personalizzazione totalmente “libera”: il Mit detterà regole precise e puntuali  nel rispetto delle codificazioni alfanumeriche esistenti. Però il proprietario avrà la possibilità di inserire “elementi personalizzanti”. L’obiettivo è  incentivarne la portabilità.

Il provvedimento è all’interno di un piano più ampio di semplificazione della burocrazia e di inasprimento delle sanzioni su alcune prescrizioni.

Fanno sapere dal Ministero: «si sta operando per dare attuazione all’articolo 100, comma 3-bis, del codice della strada, prevedendo che le targhe dei veicoli, dei motoveicoli e dei rimorchi siano personali e non possano essere abbinate contemporaneamente a più di un veicolo, ma debbano essere trattenute dal titolare in caso di trasferimento di proprietà, costituzione di usufrutto, stipulazione di locazione con facoltà di acquisto, esportazione all’estero e cessazione o sospensione dalla circolazione».

 

 

Postato il 15 aprile

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi